James-Blunt-hydrogen-festival-padova
9 giugno 2014

Hydrogen Festival, anche James Blunt tra i big

Il “Moon Landing World Tour” di James Blunt atterra a Padova

Tra le rassegne musicali estive in Italia, l’Hydrogen Festival è diventata in poco tempo una delle più quotate. Non solo concerti, ma anche rappresentazioni teatrali e rassegne a tema si susseguono da metà giugno a fine luglio, rendendo l’Anfiteatro Camerini di Piazzola Sul Brenta, comune a pochi chilometri da Padova, uno dei poli della musica live del Nordest.
Come per le passate edizioni, dunque, anche quest’anno si attendono migliaia di persone da tutta Europa, grazie alla combinazione tra una cornice altamente suggestiva, l’inimitabile accoglienza italiana e alcuni dei nomi più importanti della scena musicale internazionale.

Tra di essi, James Blunt, che si esibirà il 15 luglio. Presentata dal singolo “Bonfire Heart“, l’ultima fatica di Blunt mantiene la formula che gli ha regalato una popolarità mondiale: testi intimisti, melodie semplici e un romanticismo genuino. Ma le coordinate del suo stile non si riducono all’unione tra una spiccata sensibilità personale e le esperienze di vita dell’uomo comune. Vi è anche la volontà di sviscerare le ombre dell’animo umano. Ecco perché la copertina dell’album mostra un semplice primo piano del cantautore: si vuole trasmettere l’idea di un ritorno alle origini e, al tempo stesso, della profonda serietà del vissuto individuale. Proprio a questo allude Blunt quando afferma che “Non è un disco pulito, impeccabile. Ma è un disco che mostra le rughe intorno agli occhi”.

Sono trascorsi dieci anni dall’esordio intitolato “Back To Bedlam“: oltre 11 milioni di copie vendute e ben cinque nomination ai Grammy Awards. Da allora, Blunt è maturato molto, ma la continuità col passato resta. A cominciare dal produttore, Tom Rothrock. Lo stile vocale è sempre quello, che affascina i fans e si attira critiche da tutti gli altri, ma si mostra anche capace di variare registro. Lo “stacco”, però, è rappresentato soprattutto da un’asciuttezza negli arrangiamenti che rispecchia una precisa volontà di fare tutto da solo, affidandosi ad alcuni turnisti solo in pochi frangenti.

Sul piano live, l’artista britannico ammette di sentirsi ancora un po’ intimidito, perché i suoi brani lo rappresentano nella maniera più intima e diretta possibile. Tuttavia, riconosce anche che, quando una canzone è pronta, diventa patrimonio di chiunque voglia entrare in contatto con la dimensione dei suoi pensieri e delle sue riflessioni. E dato che la dimensione live è quella che ritiene ideale a questo scopo, il 15 luglio ci sarà di che divertirsi ed emozionarsi.

James Blunt si dice prontissimo; ora sta ai fans dimostrare altrettanto.

Prezzi dei biglietti e disponibilità

Sul sito di Zed! Entertainment è possibile acquistare i propri biglietti, disponibili già da metà febbraio. Oppure si può contattare il servizio “infolive Zed!” allo 049 8644888. Ancora, ci si può recare presso la prevendita più vicina, presso le biglietterie del Gran Teatro Geox (da lunedì a sabato dalle 13.30 alle 19.30) o presso le biglietterie Coin di Padova e Treviso. I prezzi variano in base ai posti: 57.50 euro per la Prima Platea, 48.50 euro per la Seconda Platea, 41.50 per la Tribuna Frontale Numerata e 30 euro per i posti in piedi.

Se arrivate da Milano, prendete la A4 all’uscita “Grisignano”, seguite le indicazioni per Camisano e poi per Piazzola sul Brenta.
Da Venezia, imboccate l’uscita “Padova Ovest” della A4 e seguite le indicazioni per Limena – Piazzola sul Brenta.

Post di Alessandro Salmaso

{lang: 'it'}

Tags: ,

Lascia un Commento